Pepsi porta la luce nelle case nelle Filippine, riciclando vecchie bottiglie e usando l’energia solare

818

PepsiPepsi ha avviato un interessante progetto nelle Filippine, per portare la luce all’interno delle case delle famiglie più povere: bastano una vecchia bottiglia di Pepsi, un po’ di acqua, della candeggina e la luce del sole. E la casa è illuminata a costo zero!

Mentre la Coca Cola porta avanti le sue campagne non convenzionali con distributori danzanti di bibite, che si riferiscono al nuovo film di James Bond Skyfall e celebri spot legati al periodo natalizio, ecco che Pepsi segna un punto a suo favore, non parlando del prodotto, ma facendo qualcosa di concreto sia per l’ambiente sia per chi ha bisogno di una soluzione ad un problema quotidiano.

L’antagonista numero uno del colosso di Atlanta, infatti, ha realizzato una splendida campagna nelle Filippine, sfruttando un’idea del Massachussets Institute of Technology e collaborando con My Shelter Foundation, per portare luce gratuita e naturale all’interno delle case delle famiglie più povere. Lo sapevate voi che basta una bottiglia di plastica piena d’acqua infilata nel tetto per portare i raggi solari all’interno delle abitazioni? Si tratta di acqua con candeggina, per prevenire il rischio di microbi, per una luce che può durare fino a cinque anni.

Liter of Light è il nome di questo bellissimo progetto, che da un lato ricicla vecchie bottiglie di plastica e dall’altro sfrutta l’energia solare per illuminare le case di famiglie che fino ad oggi erano rimaste al buio.