Posts Taggati ‘SPAZIO VIDEO’

Samsung ci Mostra Come Testare Memory Card

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

Nel nuovo video creato da The Viral Factory per Samsung, vediamo come si possa mettere “sotto stress” una memory card.

Immagine anteprima YouTube

Il video qui sopra, ideato da The Viral Factory per illustrare le caratteristiche di resistenza delle Memory Card Samsung, sembra essere indirizzato a quella fascia di utenti che temono la sorte delle schede di memoria delle proprie macchine fotografiche quando, brutalmente, se le infilano in tasca.

Questo video, che in meno di un mese ha superato le 200mila visualizzazioni su YouTube, vede come protagonista una Scheda SD Samsung, che viene sottoposta a trattamenti abbastanza “brutali” all’interno di quello che può ricordare un Tunnel degli Orrori da Lunapark.
Ovviamente la scheda di memoria sopravvive, ed al termine della “corsa” è possibile scaricare la foto fatta inizialmente per la dimostrazione.

Il video risulta divertente (forse in alcuni passaggi anche un po’ impressionante), e come dimostrano anche i numeri, si candida per essere ridiffuso su altri siti e condiviso dagli utenti in maniera spontanea, senza la necessità di “spingerlo” se non per una prima diffusione.

Video di questo tipo, possono mostrare agli utenti le caratteristiche dei prodotti (in questo caso la resistenza agli “stress”), portando come esempi situazioni “al limite”, che difficilmente sono ricreabili nella vita reale, e che per questa ragione possono convincere maggiormanete l’utente della resistenza del prodotto agli stress a cui può essere sottoposto.

[via]

Twitter cambia: forti nel bene e nel male?

Scritto da Cristina Usai on . Postato in Our world, Unconventional Communication

Twitter fa diffusione capillare del video promo che annuncia il cambiamento della piattaforma. Nel giro di un solo giorno le visualizzazioni hanno quasi sfiorato quota 850.000. Commenti discordanti eppure…

Come moltissimi già sapranno la piattaforma di Twitter, da stanotte ha iniziato ad aggiornarsi per “testare” alcuni cambiamenti che portano, soprattutto, a non creare dispersione dalla piattaforma naturale.

In questo post di Enrico Giubertoni (qui), abbiamo trovato una bella analisi sia per l’usabilità sia per le similitudini con HootSuite con parecchi spunti sui quali riflettere.

Noi vorremmo soffermarci, per un attimo, sulla comunicazione massiva e sull’enfasi che Twitter è riuscita a creare intorno a questo evento supportata, oltre che dalle parole, anche da un video che nel giro di pochissime ore ha superato le 823.000 visualizzazioni e cresce in modo esponenziale (risultati notevoli, che non abbiamo notato nemmeno con Apple o la stessa Google).

Immagine anteprima YouTube

Steve Jobs Vs Bill Gates: 20 anni di dichiarazioni al vetriolo

Scritto da Gu! Staff on . Postato in Unconventional Communication

The Huffington Post fa una raccolta, gustosa e divertente, delle dichiarazioni rilasciate da Steve Jobs riguardo all’eterno concorrente Bill Gates. Uno scontro Apple Vs Microsoft che, oltre a battersi a colpi di software e di marketing, si gioca attraverso scambi di battute a dir poco al vetriolo. Dopo il salto, la cronistoria commentata di un rapporto tempestoso con tanto di happy end finale.

Un giovane e brufoloso Bill Gates Vs un capellone Steve Jobs

Video senza Senso, la demenza firmata Saatchi&Saatchi corre sul web

Scritto da Gu! Staff on . Postato in Unconventional Communication

Per la settimana della cultura, che si svolge in tutta Italia dal 16 al 25 aprile e che permette di partecipare gratuitamente a innumerevoli eventi quali mostre, laboratori didattici e convegni, il team creativo di Saatchi&Saatchi di Milano ha ideato Video Senza Senso, una campagna web che si chiede: se guardi gratis video dementi, perchè non guardare allo stesso prezzo, un capolavoro dell’arte italiana?

Per chi non lo sapesse, Saatchi&Saatchi si è sempre contraddistinta, nel mare magnum dell’adv made in Italy, per l’originalità (reale o solo inseguita) dei suoi lavori. Per la settimana della cultura, bisogna darle merito di avere creato una campagna web utilizzando il linguaggio e gli strumenti del web. Quest’ultima osservazione potrebbe sembrare scontata, se non ci trovassimo in un Paese che ancora considera la comunicazione web minore rispetto a televisione, stampa e radio. E i risultati, con una politica come questa, appaiono anni luce distanti dalla media europea. (e no, non siamo esterofili).

ChatRoulette, guida per l’uso e l’abuso: i video più divertenti

Scritto da Gu! Staff on . Postato in Digital World

Già nella presentazione, ChatRoulette è blablablabla, come recita la description del sito. Per chi ancora non lo conosce, ChatRoulette è un servizio online gratuito che permette di chattare con degli sconosciuti in maniera random. In poche parole, nel momento in cui accedo a ChatRoulette e do l’autorizzazione all’uso della mia immagine e di quello che scrivo, cliccando su New Game, ho la possibilità di chiacchierare con degli sconosciuti e decidere se quello che vedo mi piace o meno. Se non mi piace, il gioco è semplice: basterà cliccare su Next per venire catapultato in un’altra situazione. O più semplicemente, sarà sufficiente disconnettermi dal servizio. E andarmi a fare un caffè americano.

Le regole sono semplici: 16+, clothes, report button, ovvero non bisogna essere dei super-minorenni, non si possono mostrare genitali (anche se qualche capezzolo ci scappa) e se qualcosa non va, ti viene detto subito qual è il problema. Regole talmente semplici, che danno la possibilità al circo umano di sfogarsi adeguatamente: non mancano ragazzine che offrono dell’esibizionismo in cambio di una sigla de “Willy, il principe di Bel Air” ben rappata o (ex)avvenenti casalinghe che tentano di sedurre il malcapitato di turno. E fioccano tributi queer a Lady Gaga, prepotenze 2.0 sotto forma di troll, speed date talmente speed da durare spesso la durata di un clic. Su Next.

© Gu! La comunicazione in Jeans • Un Blog di
Creativi Digitali s.n.c. • P. iva 07451130962 • Tutti i diritti riservati.