Posts Taggati ‘SPAZIO VIDEO’

Nuovo Video per il Samsung Galaxy Tab: Escursionismo “Estremo”

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

La nuova campagna video Samsung mostra al pubblico come sia possibile sfruttare appieno le caratteristiche del Galaxy Tab anche in situazioni piuttosto estreme.

Il Samsung Galaxy Tab non è un cellulare, ma non è nemmeno un semplice Tablet.
Sembra infatti essere quasi un incrocio tra i due tipi di dispositivi, anche dal punto di vista delle dimensioni.

E se le persone si chiedono perché mai dovrebbero portarsi dietro un oggetto tanto voluminoso quando gli Smartphone permettono di fare praticamente qualunque cosa con un ingombro sensibilmente inferiore, la risposta arriva da questo video:

Immagine anteprima YouTube

Il video, ideato e diretto da Rob Pearlstein e diffuso da The Viral Factory per Samsung, mostra un gruppo di impiegati in ritiro aziendale, che grazie al Samsung Galaxy Tab riescono a portare avanti le loro normali attività (posta elettronica, controllo portafoglio azionario, ed anche videochiamate con l’ufficio) pur trovandosi in un luogo decisamente ostile.

Certo, è difficile trovarsi in situazioni del genere, ma il video dimostra come anche (o forse soprattutto) in quelle situazioni un oggetto come il Galaxy Tab possa essere più utile di un Tablet (che non farebbe telefonate) e di uno Smartphone (che per leggere il giornale risulterebbe piuttosto scomodo, a causa delle dimensioni dello schermo).

Per avere una panoramica delle funzionalità del Galaxy Tab, è stato anche creato un minisito.

English Please:

Samsung Galaxy Tab can even be used in extreme situations

The Viral Factory produced a video showing the users how the new Samsung Galxy Tab can be more than a tablet and also more than a normal smartphone, showing how a user could benefit from the device’s features in extreme situations.

This video was created by Rob Pearlstein and promoted by The Viral Factory.

Cosa sono i Meme

Scritto da Elena on . Postato in Our world

Sentiamo spesso parlare di Meme, ma cosa siano e come funzionino può essere complesso, ecco qualche spiegazione.

La parola “Meme” viene spesso utilizzata su Internet, ma spesso non sappiamo esattamente a cosa ci si riferisca.
Un video potrebbe venire in nostro aiuto nello spiegare cosa sia un Meme (in inglese):

Immagine anteprima YouTube

Me se il video qui sopra non dovesse bastare, è sempre possibile fare riferimento a questo articolo, che nella recensione di una guida ai Meme, spiega anche, in sostanza, cosa siano, e riporta alcuni interessanti esempi di Meme che si sono sviluppati (più o meno spontaneamente) negli ultimi anni (tra cui il famosissimo Dancing Baby, vecchio ma ancora nella memoria di molte persone).

Capire i Meme, al giorno d’oggi, risulta particolarmente importante, specie su Internet, dove molti di questi Meme nascono ed evolvono, e dove questi potrebbero anche essere sfruttati per ricavarne visibilità, creare campagne virali, e trovare quindi una strada per essere sempre ricordati e sulla bocca di tutti.

Certo, creare un Meme non è facile, non è alla portata di tutti, ma la giusta intuizione potrebbe creare campagne virali interessanti, che possono aiutare a pubblicizzare un prodotto e soprattutto a far sì che le persone si ricordino di un prodotto per mesi e forse anni dopo il lancio del prodotto stesso.

English Please:

What’s a Meme

In the Internet era, understanding how Memes work is very important.
They can help you create Viral Campaigns, and let you be remembered for months and years after a product’s launch.

Un Video Virale contro gli eBooks

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

Gli eBook stanno prendendo sempre più piede, ma ci sono cose che non possono fare.

Bookmans

Alcune cose non sono fattibili con gli eBook

Sono sempre di più i lettori di eBook disponibili sul mercato, e sempre più negozi online iniziano a vendere libri in formato digitale.
Sono più comodi, non occupano spazio, ed un lettore di eBook può contenere migliaia di titoli, potenzialmente l’intera biblioteca di una persona.

Alcune librerie però non ci stanno, le vendite di libri tradizionali potrebbero calare, e la Bookmans ha deciso di creare una campagna video per dimostrare un grosso punto debole degli eBooks.

I vantaggi li abbiamo elencati sopra, ma un grandissimo svantaggio viene mostrato attraverso questo video:

Immagine anteprima YouTube

Il video, chiaramente pubblicitario, ha tutte le caratteristiche di un video virale, soprattutto se si considera la naturale viralità che hanno i video che propongono i giochi fatti con le tessere del Domino.

E sebbene dubitiamo che questo piccolo difetto possa modificare la tendenza alla digitalizzazione dei libri, il video è sicuramente accattivante.

[Urlesque]

English Please:

A funny video against eBooks, promoting Books (and the Bookstore)

Ebooks are becoming more important, they don’t waste space, and you can carry with you thousands of books in a very tiny eBook Reader.
Bookstores may not be happy about this, and Bookmans created a funny video ad where they show you a thing you really cannot do with eBooks: the domino effect!

Pubblicità LEGO: Puoi Costruire Tutto

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

Cosa si può costruire con i mattoncini LEGO? Uno spot pubblicitario ce lo mostra!

LEGO

Con i Mattoncini LEGO si può costruire di tutto!

I Mattoncini LEGO portano a molti di noi ricordi dell’infanzia, di giornate passate a costruire case, città, e dare vita alle nostre creazioni.

Ma i Mattoncini LEGO esistono ancora, e continuano a permettere di costruire più o meno qualunque cosa si possa immaginare.
E’ questo il tema portante del video pubblicitario creato per LEGO da Temujin Doran, che mostra, in una successione di immagini di un minuto e venti secondi, come sia possibile ricreare virtualmente qualunque cosa (anche il Big Ben!) grazie all’uso dei Mattoncini LEGO.

Gli oggetti sono stati costruiti utilizzando i Mattoncini LEGO del fratello dell’autore del video, e anche se sono vecchi, come potete vedere voi stessi rendono benissimo l’idea:

Una pubblicità che da un lato può risvegliare in noi grandi ricordi di un’infanzia passata a creare con questi mattoncini, dall’altro può risvegliare la fantastia dei più giovani spingendoli a creare a loro volta intere città a cui dare vita.

Il messaggio è quindi si immediata percezione, e l’utilizzo di semplici fotografie, unite all’uso di mattoncini presi dalla cantina di casa propria, lo rende anche un video dal basso costo di realizzazione, ma comunque dalle grandi potenzialità virali.
Per dimostrare che non è necessario un investimento colossale per realizzare una campagna pubblicitaria di successo: è sufficiente utilizzare la propria creatività!

[via]

Samsung ci Mostra Come Testare Memory Card

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

Nel nuovo video creato da The Viral Factory per Samsung, vediamo come si possa mettere “sotto stress” una memory card.

Immagine anteprima YouTube

Il video qui sopra, ideato da The Viral Factory per illustrare le caratteristiche di resistenza delle Memory Card Samsung, sembra essere indirizzato a quella fascia di utenti che temono la sorte delle schede di memoria delle proprie macchine fotografiche quando, brutalmente, se le infilano in tasca.

Questo video, che in meno di un mese ha superato le 200mila visualizzazioni su YouTube, vede come protagonista una Scheda SD Samsung, che viene sottoposta a trattamenti abbastanza “brutali” all’interno di quello che può ricordare un Tunnel degli Orrori da Lunapark.
Ovviamente la scheda di memoria sopravvive, ed al termine della “corsa” è possibile scaricare la foto fatta inizialmente per la dimostrazione.

Il video risulta divertente (forse in alcuni passaggi anche un po’ impressionante), e come dimostrano anche i numeri, si candida per essere ridiffuso su altri siti e condiviso dagli utenti in maniera spontanea, senza la necessità di “spingerlo” se non per una prima diffusione.

Video di questo tipo, possono mostrare agli utenti le caratteristiche dei prodotti (in questo caso la resistenza agli “stress”), portando come esempi situazioni “al limite”, che difficilmente sono ricreabili nella vita reale, e che per questa ragione possono convincere maggiormanete l’utente della resistenza del prodotto agli stress a cui può essere sottoposto.

[via]

© Gu! La comunicazione in Jeans • Un Blog di
Creativi Digitali s.n.c. • P. iva 07451130962 • Tutti i diritti riservati.