Posts Taggati ‘SPAZIO VIDEO’

In Inghilterra, uno Spot in Stile Videogame per il Sesso Sicuro

Scritto da Elena on . Postato in Our world

Un video in stile videogame retrò per educare all’utilizzo del preservativo, in Inghilterra.

Dopo il lungo ponte della settimana scorsa, vorremmo iniziare la settimana con un video relativamente “leggero” (almeno da vedersi).
Quello che vi mostriamo è infatti un video realizzato con lo stile dei primi videogiochi ad 8-bit, ed avrebbe nelle intenzioni come target un’utenza di adolescenti.

Immagine anteprima YouTube

La campagna, realizzata nel Regno Unito, dovrebbe far comprendere, tramite metafore, l’importanza dell’uso del preservativo nei rapporti di coppia, mostrando i pericoli che si possono sconfiggere.

Purtroppo, come fa notare anche Adverblog, il video probabilmente risulta più comprensibile ad un pubblico adulto che non al reale target della campagna, che forse non ricorda quando i videogiochi avevano quella grafica, e soprattutto che potrebbe non essere in grado di interpretare correttamente i vari “nemici” che il protagonista deve affrontare per raggiungere il suo scopo.

Risulta comunque più chiaro ed esplicito almeno il messaggio che invita ad una moderazione nel consumo di sostanze alcoliche.

E’ comunque un valido esempio di come si possa inviare un messaggio su un tema così delicato come il sesso sicuro senza essere troppo espliciti e quindi senza rischiare di scadere in volgarità oppure in video che non possono essere mostrati ad un pubblico più giovane, come ad esempio la serie di video che partono da qui, decisamente troppo espliciti in alcuni passaggi.

English Please:

8-bit video to promote condom use

An interesting video campaign targets teens with a video resembling an 8-bit videogame that shows the danger in not having condoms.
Sadly, todays teens didn’t see 8-bit videgames, and this can affect the campaign.

LG Optimus One: Utile in Tutte le Situazioni!

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

Un video pubblicitario di LG per il nuovo LG Optimus One dimostra come sia possibile utilizzare il telefono anche nelle situazioni più strane.




LG

LG




L’ultimo video pubblicitario pubblicato sul canale YouTube della linea linea LG Optimus, punta a far sorridere lo spettatore.

Si apre con una situazione decisamente ostile ed atipica: un rapinatore di banca con ostaggio, che le forze dell’ordine non riescono a far desistere dal suo intento.
Finché non arriva un passante, che con una frase “zen” riesce a fare in modo che il rapitore abbandoni l’ostaggio e sia quindi arrestabile dalla polizia.

Solo negli ultimi secondi del video ci viene rivelato l’antefatto, ovvero che il passante ha chiesto al telefono (tramite comandi vocali) come si possano gestire situazioni di quel genere, ed abbia trovato le parole da utilizzare grazie ad internet.

Immagine anteprima YouTube

Un video decisamente divertente, che mette in risalto la velocità del telefono e la possibilità di utilizzarlo tramite comandi vocali, ma non si dichiara immediatamente come pubblicità, lasciando il messaggio solo come “chicca finale”, quando lo spettatore, divertito dalla conclusione della vicenda, è forse più propenso ad accettare il messaggio pubblicitario.

[Social Media 8]

English Please:

LG Optimus One Video: Dealing with Hostage Negotiations

The latest LG video ad shows how the new LG Optimus One mobile phone can be used even in the more strange situations, like a Hostage Negotiation.
The true ad is shown only at the end of the video, when the viewer is laughing about the story and maybe more inclined to see the advertised message.

Nespresso: Il Paradiso Può Attendere (non il caffè però!)

Scritto da Elena on . Postato in Our world

L’ultimo capitolo della saga Nespresso ricorda a George che ha un “conto aperto” con il Paradiso, che non può aspettare le sue capsule.

Le pubblicità Nespresso sono ormai parte di una vera e propria saga, che arriva quasi ad appassionare gli utenti come una serie televisiva a tutti gli effetti.
L’ultimo episodio della saga ci ricorda la piccola “disavventura” di George, che riesce a “scampare” al Paradiso dopo aver ricevuto un pianoforte in testa appena uscito dal negozio Nespresso proprio grazie al caffè, che sarà barattato per la vita dell’attore.

In questo ultimo capitolo George sale in taxi quando esce dal negozio, ma sul taxi lo aspetta una sorpresa:

Immagine anteprima YouTube

Le pubblicità Nespresso, concepite come un vero e proprio racconto a puntate sotto forma di brevi pillole video, appassionano gli spettatori, contribuendo a creare una certa affezione alla marca.

Se infatti nei primi episodi era il protagonista (George Clooney) a rendere Nespresso quasi indimenticabile, l’affiancamento con il Paradiso e l’aldilà (che può ricordare le pubblicità Lavazza con Paolo Bonolis e Luca Laurenti) rendono la storia più storia, e quasi ci aspettiamo la prossima puntata, volendo capire se prima o poi la chiamata al Paradiso arriverà, o se George continuerà a rifornire il Paradiso di capsule (Volluto, il preferito!) per scampare alla triste sorte e continuare a vivere.

English Please:

Nespresso: Heaven can wait, but not for its capsules!

The last Nespresso-story chapter reminds the viewer that previously George Clooney was very near death (remember the piano on his head some time ago?).
Now, George seems to have a new task: buying capsules for Heaven.
And don’t forget the Volluto flavour!

Nuovo Video per il Samsung Galaxy Tab: Escursionismo “Estremo”

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

La nuova campagna video Samsung mostra al pubblico come sia possibile sfruttare appieno le caratteristiche del Galaxy Tab anche in situazioni piuttosto estreme.

Il Samsung Galaxy Tab non è un cellulare, ma non è nemmeno un semplice Tablet.
Sembra infatti essere quasi un incrocio tra i due tipi di dispositivi, anche dal punto di vista delle dimensioni.

E se le persone si chiedono perché mai dovrebbero portarsi dietro un oggetto tanto voluminoso quando gli Smartphone permettono di fare praticamente qualunque cosa con un ingombro sensibilmente inferiore, la risposta arriva da questo video:

Immagine anteprima YouTube

Il video, ideato e diretto da Rob Pearlstein e diffuso da The Viral Factory per Samsung, mostra un gruppo di impiegati in ritiro aziendale, che grazie al Samsung Galaxy Tab riescono a portare avanti le loro normali attività (posta elettronica, controllo portafoglio azionario, ed anche videochiamate con l’ufficio) pur trovandosi in un luogo decisamente ostile.

Certo, è difficile trovarsi in situazioni del genere, ma il video dimostra come anche (o forse soprattutto) in quelle situazioni un oggetto come il Galaxy Tab possa essere più utile di un Tablet (che non farebbe telefonate) e di uno Smartphone (che per leggere il giornale risulterebbe piuttosto scomodo, a causa delle dimensioni dello schermo).

Per avere una panoramica delle funzionalità del Galaxy Tab, è stato anche creato un minisito.

English Please:

Samsung Galaxy Tab can even be used in extreme situations

The Viral Factory produced a video showing the users how the new Samsung Galxy Tab can be more than a tablet and also more than a normal smartphone, showing how a user could benefit from the device’s features in extreme situations.

This video was created by Rob Pearlstein and promoted by The Viral Factory.

Cosa sono i Meme

Scritto da Elena on . Postato in Our world

Sentiamo spesso parlare di Meme, ma cosa siano e come funzionino può essere complesso, ecco qualche spiegazione.

La parola “Meme” viene spesso utilizzata su Internet, ma spesso non sappiamo esattamente a cosa ci si riferisca.
Un video potrebbe venire in nostro aiuto nello spiegare cosa sia un Meme (in inglese):

Immagine anteprima YouTube

Me se il video qui sopra non dovesse bastare, è sempre possibile fare riferimento a questo articolo, che nella recensione di una guida ai Meme, spiega anche, in sostanza, cosa siano, e riporta alcuni interessanti esempi di Meme che si sono sviluppati (più o meno spontaneamente) negli ultimi anni (tra cui il famosissimo Dancing Baby, vecchio ma ancora nella memoria di molte persone).

Capire i Meme, al giorno d’oggi, risulta particolarmente importante, specie su Internet, dove molti di questi Meme nascono ed evolvono, e dove questi potrebbero anche essere sfruttati per ricavarne visibilità, creare campagne virali, e trovare quindi una strada per essere sempre ricordati e sulla bocca di tutti.

Certo, creare un Meme non è facile, non è alla portata di tutti, ma la giusta intuizione potrebbe creare campagne virali interessanti, che possono aiutare a pubblicizzare un prodotto e soprattutto a far sì che le persone si ricordino di un prodotto per mesi e forse anni dopo il lancio del prodotto stesso.

English Please:

What’s a Meme

In the Internet era, understanding how Memes work is very important.
They can help you create Viral Campaigns, and let you be remembered for months and years after a product’s launch.

© Gu! La comunicazione in Jeans • Un Blog di
Creativi Digitali s.n.c. • P. iva 07451130962 • Tutti i diritti riservati.