Posts Taggati ‘SPAZIO VIDEO’

IL CANE HARVEY CI INSEGNA COME “VENDERSI” NEL MODO MIGLIORE!

Scritto da Daniela on . Postato in Internet of things, Our world, Tips

41057_153392924680492_3711606_nHarvey è il protagonista di due spot pubblicitari creati da Thinkbox, ed è un cane che ci insegna in modo ironico e divertente l’arte del “sapersi vendere”, in particolare attraverso il potere degli spot TV per persuadere e convincere le persone nelle loro decisioni.

L’idea geniale parte nel 2010 da Thinkbox, una agenzia di marketing inglese specializzata in TV advertising per i più importanti canali televisivi del Paese, con l’obiettivo di trasmettere l’importanza dello spot televisivo come miglior forma di investimento per l’impresa, in quanto genera il massimo dei volumi di vendita e di ROI a confronto delle altre strategie di comunicazione.

“TV’s unrivalled effect on sales and profit and its profound influence on other media make TV advertising both the most effective form of advertising and a powerful ally to other media and marketing mechanics, both on and offline.” [Andrew Challier – Ebiquity]

Come prova dell’importanza di un buon video promozionale, Thinkbox ci presenta Harvey, un cane che per essere scelto tra altri in un canile, si inventa qualcosa di eccezionale

Lo spot pubblicitario, creato da The Red Brick Road – Gemma Phillips (copywriter), Mark Slack (art director), Justin Tindall (creative director) e diretto da Andy McLeod, è stato un grandioso successo testimoniato dai quasi 26.000 fans di Harvey sulla sua pagina Facebook ufficiale.
Nel 2012 il cane torna protagonista di un altro spot, questa volta affiancato dal suo fedele amico Rabbit:

L’idea, oltre ad essere geniale e spiritosa, ci fa capire quanto un video creativo e ben sviluppato possa essere un supporto fondamentale per la comunicazione strategica di una impresa, sia di grandi piccole o medie dimensioni. Tuttavia è difficile trovare idee vincenti e progettare un video che “funzioni”, per questo esistono agenzie di comunicazione e marketing che, anche mettendo a disposizione un budget limitato, possono aiutare le imprese a creare video efficaci e di forte impatto emotivo, che portano indubbiamente benefici anche di lungo periodo.

Ovviamente, in questo caso specifico si parla di spot televisivi, ma i video pubblicitari possono essere utilizzati anche per la comunicazione online. Comunicare con un video, quindi, è di fondamentale importanza per aziende, professionisti e perchè no, per “personal branding”.

Volete approfondire l’argomento? Qui su MediaGu! trovate un post completamente dedicato alla produzione video!

ENGLISH PLEASE!

The english marketing body for commercial TV in the UK, Thinkbox, works with the marketing community in order to help advertisers make TV ads, due to the continuing power and effectiveness of TV. For that, it created in 2010 a video with Harvey the dog as main character, and another one in 2012 with him and his friend Rabbit: the aim of the spot is to show how a good video can persuade and affect people’s decisions. A well-done video can create long-term memories and hence value for brand; not only on TV but also on new media and throught the online communication.

L’UFFICIO RECLAMI DI YOUTUBE? UN VIDEO DIVERTENTE CI SPIEGA COME FUNZIONA!

Scritto da Daniela on . Postato in Digital World, Internet of things

YouTube_logo_standard_whiteVi siete mai immaginati come potrebbe essere strutturato l’ufficio reclami del social network appartenente al colosso Google? Barely Political, un canale di YouTube che produce video umoristici, sketches e web series ce lo spiega attraverso un video decisamente divertente!

Un ufficio formale, una segretaria alquanto bizzarra e personaggi vari che arrivano all’help desk per lamentarsi dei più svariati problemi che possono sorgere utilizzando la piattaforma di YouTube: un mix che crea situazioni decisamente surreali ma perfettamente ricollegabili al mondo dei social network.

Ecco in video, disponibile solamente in inglese (per ora?):

TweetAwards2011: Creativi Digitali è sponsor e organizzatore!

Scritto da Cristina Usai on . Postato in Digital World, Unconventional Communication

Sabato 1 ottobre 2011 a Riva del Garda si terrà la seconda edizione dei TweetAwards2011, noti tra i twitteri come #TA11, un evento divertente e scanzonato, dove vengono premiati i migliori Twitteri dell’anno.

L’evento nasce l’anno scorso da un geniale connubio di menti very social e aggiungerei cool: Rudy Bandiera aka @RudyBandiera, Luca Conti aka @sb3rla, Claudio Gagliardini aka @Cla_Gagliardini, Daniele Giudici aka @cdcmpro, Davide Licordari aka @davidelico e Cristina Usai aka @acquacri.

Quest’anno sono tornati tutti sul campo, con l’aiuto di Stefano Forzoni e hanno organizzato una nuova edizione con novità e tante sorprese.

Pubblicità d’Impatto per Promuovere l’Assunzione di Non Vedenti

Scritto da Elena on . Postato in Unconventional Communication

Promuovere l’assunzione di persone dotate di invalidità non è semplice, in Norvegia puntano su video d’impatto.

Dark Office

Tre video pubblicitari mostrano con ironia i vantaggi nell'assunzione di un non vedente


Il problema del lavoro per le categorie protette è un problema abbastanza spinoso, e spesso gli appartenenti alla categoria hanno grosse difficoltà nel trovare un lavoro.

Per cercare di risolvere questo problema e promuovere le assunzioni di persone non vedenti, l’Associazione Norvegese per i Non Vedenti ha deciso di promuoversi con tre video pubblicitari abbastanza d’impatto.

Nei tre video vengono mostrate situazioni in cui un non vedente è quasi un “comodo” collega.
Prima perché non vi vede mentre vi cambiate durante una chiacchierata tra colleghi, poi perché non riesce a vedervi quando portate avanti la vostra relazione (clandestina?) nella stanza della fotocopiatrice, ed infine perché il non vedente non necessita di luci accese in ufficio, quindi contribuisce al risparmio dell’azienda:

Immagine anteprima YouTube

Immagine anteprima YouTube

Immagine anteprima YouTube

Risparmio energetico e possibilità di non essere “veccati” in atteggiamenti non sempre consoni alla vita lavorativa.
Possono, secondo voi, essere incentivi all’assunzione di non vedenti?
Come vedete l’uso dell’ironia in casi delicati come questi?

[Be Pink Sheeps]

English Please:

Hire a Blind, Three Videos Show you Why you Should

To help blind people find a job and promote hiring of these people, the Norwegian Association of the Blind and Partially Sighted published three commercial videos, which show you (with irony) three reasons why hiring a blind person could be good for you.

The videos make some fun about the situations that could arise when a blind person works in your office.

© Gu! La comunicazione in Jeans • Un Blog di
Creativi Digitali s.n.c. • P. iva 07451130962 • Tutti i diritti riservati. Privacy & Cookie policy