Pubblicità Basata Sugli Utenti? Perché no?

848

Una provocazione porta a riflettere su possibili futuri della pubblicità, grazie all’avvento di tecnologie come Microsoft Kinect.


Gesture Based Advertising
Pubblicità più interattiva e che reagisce all’utente, un possibile scenario futuro?



Microsoft Kinect per Xbox è stato lanciato pochi giorni fa, ed è in grado di aprire nuovi mondi ed esperienze per l’utente di Xbox, che non si limitano alla possibilità di sperimentare nuove forme di gioco, ma che possono aprire la strada anche a nuove forme pubblicitarie.

Se infatti pensiamo alla pubblicità standard che vediamo sulle nostre console, vediamo che si tratta di pubblicità “vecchio stile”, dinamiche solo nel senso che propongono video agli utenti, ma nulla di realmente interattivo.
Eppure, al giorno d’oggi, dovremmo essere in grado, a livello tecnologico, di creare pubblicità più interattive, come quelle proposte in questo provocatorio articolo su PSFK.

Grazie a tecnologie come quella di Kinect infatti sarebbe possibilie mostrare all’utente pubblicità basate sulle sue espressioni facciali e sui suoi movimenti e posizioni fisiche.

Ma senza spingersi troppo in là, si può comunque pensare a pubblicità più interattive delle attuali.
Pubblicità che possono chiedere all’utente un feedback, pubblicità che possono cambiare a seconda di alcune risposte e/o reazioni dell’utente al messaggio proposto (che sia basandosi sulla tecnologia di Kinect oppure su tecnologie più radicate).

In fondo siamo nell’era della comunicazione, e le tecnologie a nostra disposizione sono sempre maggiori, permettendo di creare nuovi scenari, che aspettano solo di essere esplorati, per presentare a chi guarda le nostre pubblicità esperienze sempre migliori e più coinvolgenti.

English Please:

Gesture-Based Advertising, why not?

This PSFK post analyzes the opportunities that are opening with technologies like the new Microsoft Kinect.
It would be very interesting if in the future ads could somehow “react” to the user’s mood and gestures, just like games will likely do in very little time.
More interactive ads would be more interesting for the viewers, and their convertion rates could be far better.